Valdilana.info
Valdilana.info è il nuovo portale-Blog su Valdilana. Info turistiche, geografiche, storiche, recensioni delle eccellenze del territorio e degli eventi locali

Come smaltire l’olio esausto a Valdilana

L'Olio esausto è una preziosa risorsa che non va' sprecata. Sapete quanto inquina e come riciclarlo? Non gettate nel lavandino olio di frittura, rischiate di intasare gli scarichi ed inquinate l'ambiente

0 280

OLIO ESAUSTO, CHE COSA FARE?

Olio esaustoCome smaltire l’Olio esausto a Valdilana?

Gettandolo nel lavandino, rischiando di rovinare irrimediabilmente i vostri scarichi, intasandoli, riempiendoli di grasso che ben presso bloccherà il normale deflusso dell’acqua?

Oppure buttandolo nella tazza del gabinetto, andando ad inquinare irrimediabilmente le falde acquifere, nel caso in cui i vostri scarichi non confluiscano in un depuratore, o intasando il depuratore di sostanze difficili da lavorare?

E perché non dismettere questa errata convinzione che tutto ciò che non ci serve più debba esser gettato e mai più riutilizzato?

LO SAPEVI CHE L’OLIO ESAUSTO (OLIO USATO) E’ UNA PREZIOSA RISORSA?

Bio-on, quotata all’Aim su Borsa Italiana e attiva nel settore della bioplastica di alta qualità, presenta una nuova scoperta: è possibile utilizzare olio di frittura usato, per produrre Minerv PHAs, il biopolimero di Bio-on, naturale e biodegradabile al 100 per cento.

Smaltire correttamente l’olio di frittura

Ha un costo importante, anche e soprattutto per l’ambiente, visto il suo alto tenore di inquinamento.

Ora però, l’olio usato può diventare facilmente una ‘materia prima’ con cui alimentare i batteri che producono bioplastica PHAs secondo un processo completamente naturale”.

L’olio esausto si aggiunge alle ‘materie prime’ già utilizzate per produrre la bioplastica Bio-on (melassa di barbabietola e canna da zucchero, scarti di frutta e patate, carboidrati in genere e glicerolo) ma per la prima volta la fonte di carbonio che alimenta il processo produttivo del biopolimero è di natura lipidica.



Bioplastica ottenuta è di altissima qualità

Attraverso un sistema di trattamento preventivo dell’olio esausto da frittura, la bioplastica prodotta ha le stesse caratteristiche di quella generata partendo da altri scarti o sotto prodotti agro industriali.

La scoperta è stata realizzata dalla Business Unit Raf (Recovery and Fermentation) nella nuova sede di Bio-on plants a Castel San Pietro Terme, in provincia di Bologna.

OLIO USATO: UN POTENTE INQUINANTE

Quando questo rifiuto penetra nel suolo, forma uno strato sottile di sbarramento tra l’acqua e le radici capillari delle piante che non riescono così più ad assumere le sostanze nutritive.

Inoltre se l’olio dovesse raggiunge la falda acquifera potrebbe contaminare i pozzi di acqua potabile e quindi anche l’acqua che beviamo.

Ogni anno in Italia si generano 280 mila tonnellate di questo rifiuto che, se non smaltite correttamente, andranno ad inquinare l’ambiente in cui viviamo.

COME SMALTIRE CORRETTAMENTE GLI OLI USATI / ESAUSTI

A Valdilana, dall’ex Comune di Trivero, è nato il ‘PROGETTO PER LA RACCOLTA DELL’OLIO VEGETALE ESAUSTO COMMESTIBILE, PRODOTTO DALLE FAMIGLIE’.

Sono stati quindi messi in posa appositi contenitori gialli che sono preposti alla raccolta dell’olio usato.

A casa tua, raccogli l’olio usato entro un qualunque raccoglitore di plastica, magari una stessa bottiglia dell’olio già usata.

Quando questa sarà piena, la porti in un punto raccolta olio-usato che trovi sul territorio.

Inseriscila ben chiusa nel contenitore e non ci pensi più.



DOVE SI TROVANO I CONTENITORI PER OLIO ESAUSTO?

Nell’ex Comune di Trivero presso le seguenti frazioni:

  • FILA, presso il contenitore campana del vetro di frazione Fila
  • LORA, presso il contenitore campana del vetro di frazione Lora
  • PONZONE, presso il mercato coperto a fianco al torrente Ponzone-Ponte Belvedere
  • PRATRIVERO, presso il Parco Giochi
  • RONCO, presso il contenitore campana del vetro di frazione Ronco
  • POLTO, presso l’ECOCENTRO di frazione Polto, dov’è sempre aperta la raccolta di qualunque tipo di rifiuto, ingombrante o meno

QUALE OLIO RACCOGLIERE?

  • Qualunque tipo di olio vegetale o animale normalmente utilizzato in casa
  • Olii usati per i cibi in scatola
  • Olio usato per friggere
  • Olio scaduto
ATTENZIONE:

Olii speciali, minerali/sintetici o chimici, olii di auto e moto vanno portati all’Ecocentro

[contact-form-7 404 "Not Found"]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se lo desideri potrai rifiutarli. Accetta Leggi tutto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: