Valdilana.info
Valdilana.info è il nuovo portale-Blog su Valdilana. Info turistiche, geografiche, storiche, recensioni delle eccellenze del territorio e degli eventi locali

I RADAR METEOROLOGICI E LE FULMINAZIONI

NOWCASTING – I RADAR METEOROLOGICI E LA MAPPA DELLE FULMINAZIONI

Di seguito le precipitazioni in atto sull’Italia viste dagli echi dei Radar Meteorologici

NOWCASTING  I RADAR METEOROLOGICI


Radar Meteorologici, la maggior parte delle immagini di seguito riportate sono a cura di Eumetsat/Met Office, Sat24 oppure di Meteo60.fr

IMMAGINI RADAR METEOROLOGICI

Immagini eco-radar in tempo reale


 

Meteo Valdilana, Radar meteo

Il Radar Settepani (Italia Nord Occidentale) di Arpa Piemonte

webcam_monterosa Radar Settepani. Powered by: Arpa Piemonte


Clicca sulle immagini per vederle in formato originale ingrandito

Le fulminazioni delle ultime 2 ore da meteociel.fr

Fulminazioni_Meteociel Mappa Radar Italia-Le fulminazioni in tempo reale e nel corso delle ultime 2 ore. Powered by: Meteociel

FULMINAZIONI IN TEMPO REALE IN EUROPA

Cosa sono i Radar Meteorologici e come funzionano

I Radar Meteorologici sono oggi lo strumento più efficace per poter conoscere in tempo reale, la qualità e quantità delle precipitazioni in atto o in arrivo nell’immediato.

Grazie a questi Radar è possibile capire il tipo di precipitazione e la sua intensità.

Capire se si tratta di pioggia, pioggia ghiacciata, grandine, neve o neve bagnata.

Verificarne l’intensità e quindi gli effetti che queste precipitazioni potranno avere sul territorio, localizzandone la distribuzione e l’eventuale spostamento nel tempo.

Grazie ai Radar Meteo oggi si può prevedere, con un breve margine di tempo, il verificarsi di fenomeni meteo estremi.

La formazione o l’arrivo di una “supercella” temporalesca, di un temporale violento con tanto di “squall line” o linea di groppo. 

La formazione di un “flash-flood“, anche detto alluvione lampo o più volgarmente “bomba d’acqua”.

Il funzionamento dei Radar Meteorologici

I radar meteo inviano impulsi direzionali di radiazione a microonde, per la durata di un microsecondo, utilizzando un klystron, tubo collegato da una guida d’onda a una antenna parabolica.
Le lunghezze d’onda da 1 a 10 cm sono circa dieci volte il diametro delle particelle di ghiaccio o goccioline di interesse, perché lo scattering di Rayleigh si verifica a queste frequenze.
Ciò significa che la parte di energia di ogni impulso di rimbalzo fuori queste piccole particelle, torna in direzione della stazione radar.
Dopo aver inviato un impulso, lo strumento rimane ad ascoltare eventuali segnali di ritorno per circa un millisecondo: quest’attesa è necessaria per assicurarsi di evitare qualsiasi tipo di interferenza.
La distanza di eventuali precipitazioni può essere quindi calcolata tenendo conto che le onde mandate dal radar viaggiano alla velocità della luce. (Fonte Wikipedia).
I radar meteorologici moderni sono soprattutto del tipo radar doppler, in grado di rilevare il moto delle goccioline di pioggia o cristalli di neve e determinare l’intensità della precipitazione.
Entrambi i tipi di dati possono essere analizzati per determinare la struttura dei temporali e la loro capacità di creare tempo fortemente perturbato o addirittura pericolo per la navigazione aerea.
La diffusione dei dati sul tempo in atto tramite il radar e la previsione meteorologica a brevissima scadenza (meno di 3 ore) sono dette nowcasting. (Fonte Wikipedia)





Segui in diretta anche le altre pagine Meteo:

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se lo desideri potrai rifiutarli. Accetta Leggi tutto